Spanish Landscape with Mountains circa 1924 by Dora Carrington 1893-1932

Virginia in Cornovaglia

Da giovane Virginia Woolf passava le sue vacanze in Cornovaglia, guardando dalle finestre della sua casa, Talland House, il faro di St. Ives. A forza di guardarlo, il faro è entrato nel titolo del suo libro forse più conosciuto, Gita al Faro, appunto.

Lo stesso paesaggio che domina la Tate St. Ives che in questi giorni inaugura Virginia Woolf: An Exhibition Inspired by her Writings, che resta aperta fino al 29 aprile. Un insieme di opere tutte al femminile, intime, sommesse, minimaliste. Il mare, quando c’è, non è tumultuoso e potente ma intimo, ci sono gli interni di case, le piante sul davanzale, ritratti. I nomi, però, sono di prim’ordine: da Geta Bratescu e, naturalmente, Vanessa Bell, la sorella pittrice a cui Woolf si attaccò quando la madre morí all’improvviso e la scrittrice si sentí persa in un mondo maschile fatto da un padre tirannico e un fratellastro violento.

La mostra Virginia Woolf: An Exhibition Inspired by her Writings, resta aperta fino al 29 aprile e la Cornovaglia è sempre un gran bel visitare.




There are no comments

Add yours

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

ENTRA NEL GRUPPO DELLE DONNE VIAGGIATRICI!
Iscriviti alla Newsletter
Riceverai updates e un regalo speciale nella tua casella di posta.
Iscrivendoti accetti la Privacy Policy
Iscrivimi
Provaci, tanto ti puoi cancellare in ogni momento.
close-link
Translate »