Spanish Landscape with Mountains circa 1924 by Dora Carrington 1893-1932

Virginia in Cornovaglia

Da giovane Virginia Woolf passava le sue vacanze in Cornovaglia, guardando dalle finestre della sua casa, Talland House, il faro di St. Ives. A forza di guardarlo, il faro è entrato nel titolo del suo libro forse più conosciuto, Gita al Faro, appunto.

Lo stesso paesaggio che domina la Tate St. Ives che in questi giorni inaugura Virginia Woolf: An Exhibition Inspired by her Writings, che resta aperta fino al 29 aprile. Un insieme di opere tutte al femminile, intime, sommesse, minimaliste. Il mare, quando c’è, non è tumultuoso e potente ma intimo, ci sono gli interni di case, le piante sul davanzale, ritratti. I nomi, però, sono di prim’ordine: da Geta Bratescu e, naturalmente, Vanessa Bell, la sorella pittrice a cui Woolf si attaccò quando la madre morí all’improvviso e la scrittrice si sentí persa in un mondo maschile fatto da un padre tirannico e un fratellastro violento.

La mostra Virginia Woolf: An Exhibition Inspired by her Writings, resta aperta fino al 29 aprile e la Cornovaglia è sempre un gran bel visitare.




There are no comments

Add yours

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

ENTRA NEL GRUPPO DELLE DONNE VIAGGIATRICI!
Iscriviti alla Newsletter
Provaci, tanto ti puoi cancellare in ogni momento.
Iscrivendoti accetti la Privacy Policy
Iscrivimi
close-link
Translate »