viaggiare_da_fermi

Viaggiare da Fermi

Questo progetto nasce da due insofferenze. Quella nei confronti di chi crede di viaggiare con la mente e gli occhi aperti e poi critica gli inglesi per come si vestono, i tedeschi per come mangiano, i francesi perché sono snob, i cinesi perché ‘omioddio i cinesi’… e via così.

La seconda insofferenza riguarda quelli che ‘ho fatto la Thailandia, ho fatto il Kenya’. Detta così mi sa tanto di tacca sul calcio del fucile, tick the box, e poi magari sono stati soltanto a Pucket che è il posto meno thailandese dell’intero Paese.

Viaggiare è bellissimo, su questo siamo tutti d’accordo. Ma non serve macinare chilometri, prendere aerei, cambiare continenti per viaggiare. Si può viaggiare nella propria città, o nelle immediate vicinanze, si può – anzi, si dovrebbe – viaggiare più volte nello stesso luogo per imparare a capirlo davvero.

Viaggiare da fermi si propone quindi di aiutare a scoprire quello che c’è dietro l’angolo. Ovviamente il mio angolo può essere diverso e lontano dagli angoli degli altri, ma sempre di angoli si tratta. Di viaggi minimi che vanno però nel profondo. Non troverai qui destinazioni particolarmente esotiche ma consigli per viaggi che richiedono spostamenti quasi impercettibili ma interessantissimi ugualmente.

Sono viaggi che si possono compiere da soli o in compagnia, con un po’ di organizzazione o all’ultimo momento, quando l’estro lo richiede, quando c’è una giornata da riempire.
Io darò i miei suggerimenti ma ti invito a mandarmi i tuoi.
Vedrai che viaggiare da fermi non soltanto è possibile, ma anche meravigliosamente affascinante.

bassorilievo-venezia-calle-delle-botteghe

Un bassorilievo in Calle delle Botteghe a Venezia. Il bellissimo a volte è vicinissimo.

 


ENTRA NEL GRUPPO DELLE DONNE VIAGGIATRICI!
Iscriviti alla Newsletter
Riceverai updates e un regalo speciale nella tua casella di posta.
Iscrivendoti accetti la Privacy Policy
Iscrivimi
Provaci, tanto ti puoi cancellare in ogni momento.
close-link