venezia-alto

Venezia dietro l’obbiettivo

Un ex-manicomio nella laguna di Venezia, l’isola di San Servolo, diventa lo specchio ideale per guardare il mondo dietro l’obbiettivo della macchina fotografica fotografare. E voi sapete quanto io sia appassionata del genere.

Venezia Photo è alla sua prima edizione e già si dimostra una buonissima idea. Organizzata da Les Rencontres d’Arles in collaborazione con San Servolo, prevede conferenze gratuite e masterclass a pagamento. Tre-cinque giorni tra incontri, serate, concerti uscite con la macchina fotografica al collo, film e documentari, il tutto con la fotografia – quella vera, quella grande – come comune denominatore.

I fotografi chiamati a tenere le masterclass sono tutti di livello molto alto: da Formento& Formento a Vee Speers, da Peter Knapp a Eric Bouvet. Se i nomi non vi dicono niente ve ne cito uno che tutte conoscete (ma che non tutte amano) Oliviero Toscani. C’è anche lui a tenere le masterclass, se volete farvi un po’ maltrattare…

Si tratta di un’esperienza di totale immersione nella fotografia: per tre o cinque giorni si alloggia a San Servolo e si passa il tempo insieme con persone mosse dalla stessa passione. Un modo diverso di vivere la città, giusto dopo la sbornia di Carnevale.

Dai un’occhiata al programma qui.

 

 




Translate »