venezia-alto

Venezia dietro l’obbiettivo

Un ex-manicomio nella laguna di Venezia, l’isola di San Servolo, diventa lo specchio ideale per guardare il mondo dietro l’obbiettivo della macchina fotografica fotografare. E voi sapete quanto io sia appassionata del genere.

Venezia Photo è alla sua prima edizione e già si dimostra una buonissima idea. Organizzata da Les Rencontres d’Arles in collaborazione con San Servolo, prevede conferenze gratuite e masterclass a pagamento. Tre-cinque giorni tra incontri, serate, concerti uscite con la macchina fotografica al collo, film e documentari, il tutto con la fotografia – quella vera, quella grande – come comune denominatore.

I fotografi chiamati a tenere le masterclass sono tutti di livello molto alto: da Formento& Formento a Vee Speers, da Peter Knapp a Eric Bouvet. Se i nomi non vi dicono niente ve ne cito uno che tutte conoscete (ma che non tutte amano) Oliviero Toscani. C’è anche lui a tenere le masterclass, se volete farvi un po’ maltrattare…

Si tratta di un’esperienza di totale immersione nella fotografia: per tre o cinque giorni si alloggia a San Servolo e si passa il tempo insieme con persone mosse dalla stessa passione. Un modo diverso di vivere la città, giusto dopo la sbornia di Carnevale.

Dai un’occhiata al programma qui.

 

 




There are no comments

Add yours