Geyser in Islanda

Tutti pazzi per l’Islanda

Islanda. Non solo ha incantato gli appassionati di calcio agli Europei appena terminati in Francia, ma sta attirando su di sé la curiosità di viaggiatori e lettori. I libri scritti da autori islandesi hanno riempito gli scaffali delle librerie e la grande isola dell’Europa del Nord sta diventando la meta più cool dell’estate.

Il nome significa ‘Terra dei ghiacci’: parte della sua superficie (appena 100 chilometri quadrati, con una popolazione di 300mila abitanti) infatti è coperta da ghiacci perenni.
La capitale è Reykjavík, alla quale si affiancano altri piccoli, ma suggestivi centri come Kópavogur, Hafnarfjörður, Akureyri, Reykjanesbær.

Godafoss

Godafoss

Lava nera, acque termali, geyser e vasche naturali: un paesaggio lunare e natura bellissima, da guardare e fotografare.

Se ami la natura non perdere la famosa Laguna Blu, una zona termale con una enorme vasca naturale incastonata in campi di lava nera, con acqua a 40 gradi, mentre all’esterno la temperatura non supera i 10 gradi, o la laguna glaciale di Jokulsarlòn fatta di iceberg multiformi. Se invece preferisci l’etnologia, c’è il Museo del Folklore, a due passi dalle maestose cascate Skogafoss.

Ti servirà un po’ di spirito di adattamento al momento di andare a tavola: il piatto nazionale è lo squalo marcio, dal particolare gusto fermentato.

Islanda Cascata di Seljalandsfoss

Islanda Cascata di Seljalandsfoss




Ci sono 2 commenti

Add yours
  1. Alessia

    Anche io sono appena tornata da un bellissimo viaggio in Islanda. Io e il mio ragazzo siamo partiti da Milano, scalo a Londra e poi atterrati a Reykjavik. I primi due giorni abbiamo visitato la città, poi siamo partiti alla scoperta dell’Islanda. Prima tappa le famosissime Cascate Gullfoss, poi siamo andati a a vedere i Gayzer e come utlima tappa il parco naturale di Pingvellir. l’Islanda è sicuramente un’isola che merita di essere visitata.


Post a new comment

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Translate »